Sguardo e consistenza, aspetto
e sostanza si raccolgono,
in un rinnovato equilibrio armonico.

lo chef

Dal 2011 al 2021 è Executive Chef del ristorante Vun Andrea Aprea: il primo ristorante d’hotel ad aver ricevuto una stella Michelin nella storia di Milano, nel 2012. La seconda Stella arriva cinque anni dopo, nel 2017.

La cucina di Aprea si propone di innescare un processo di scambio tra differenti luoghi dell’esperienza: nel ricordo, nello sguardo, nell’olfatto, nel palato. Ora dando la prevalenza all’uno, ora assecondando i bisogni dell’altro.

Unico fine è la consegna di una nuova forma di verità percettiva: tra sapori di ieri e l’intensità dell’oggi.

Andrea Aprea porta sulla scena gastronomica italiana il senso di una ricerca tra memoria e presente, anteriorità e contemporaneità.

Napoletano, dopo gli anni della formazione spesi in alcune delle più importanti cucine in Italia e all’estero sceglie di sviluppare il proprio personale percorso poetico andando a definire un nuovo senso del rapporto tra cibo ed esperienza dei sensi.

Andrea Aprea porta sulla scena gastronomica italiana il senso di una ricerca tra memoria e presente, anteriorità e contemporaneità.

Napoletano, dopo gli anni della formazione spesi in alcune delle più importanti cucine in Italia e all’estero sceglie di sviluppare il proprio personale percorso poetico andando a definire un nuovo senso del rapporto tra cibo ed esperienza dei sensi.

Dal 2011 al 2021 è Executive Chef del ristorante Vun Andrea Aprea: il primo ristorante d’hotel ad aver ricevuto una stella Michelin nella storia di Milano, nel 2012. La seconda Stella arriva cinque anni dopo, nel 2017.

La cucina di Aprea si propone di innescare un processo di scambio tra differenti luoghi dell’esperienza: nel ricordo, nello sguardo, nell’olfatto, nel palato. Ora dando la prevalenza all’uno, ora assecondando i bisogni dell’altro.

Unico fine è la consegna di una nuova forma di verità percettiva: tra sapori di ieri e l’intensità dell’oggi.

la filosofia

Superare le contrapposizioni scolastiche per uscire dalla retorica della tradizione contrapposta all’innovazione.

Alla ricerca di nuove esperienze attraverso cui definire il sapore della contemporaneità che, interpretando lo spirito del proprio tempo, combina la tecnica con l’esperienza, l’emozione con la cultura, l’estetica con la precisione del gesto.

Il tempo è un ingrediente fondamentale per cucinare. Per questo la più grande fonte d’ispirazione di Aprea è la memoria: le emozioni, la conoscenza del territorio, la cultura che ha forgiato la cucina italiana.

È il ricordo che crea una sospensione del presente per accompagnare l’ospite in un’altra dimensione temporale.

La cucina di Andrea Aprea si basa sulla fusione in un unico tratto delle memorie – personali, popolari, di comunità o elitarie che siano – con il sapere della letteratura gastronomica e dei maestri che lo hanno preceduto.

i riconoscimenti

Segni del nostro impegno, i premi ci raccontano le fatiche che precedono la gioia, il lavoro necessario alla soddisfazione. Sono tappe di un percorso che si rinnova ogni stagione.

Una Stella Michelin - 2012/2016

2012-2016

Una stella Michelin Ristorante VUN Andrea Aprea

Due Stella Michelin - 2017/2021

2017-2021

Due stelle Michelin Ristorante VUN Andrea Aprea

Best Chef and Best City Restaurant 2018

2018

Best Chef Award e Best city Restaurant Ristorante VUN Andrea Aprea

2018-2021

3 cappelli per le Guide dell’Espresso Ristorante VUN Andrea Aprea

2019-2021

3 forchette Gambero Rosso  Ristorante VUN Andrea Aprea

2020

Chef dell’anno Food & Travel Italia Ristorante VUN Andrea Aprea

LA SQUADRA​

Non un solo nome, ma un gruppo di lavoro che abita la stessa passione. Che si muove come un organismo, che ascolta, apprende, rielabora, interpreta i desideri degli ospiti. Che coopera per definire in ogni dettaglio una porzione di quell’esperienza di unicità che è il vero motivo per cui ogni giorno apriamo le nostre porte al mondo.

Antonio Sena

Chef di cucina del Ristorante

Nato a Napoli nel 1989 e cresciuto a Roma, si innamora della cucina grazie alle tradizioni famigliari. All’età di 19 anni si trasferisce a Milano dove inizia a formare la sua personalità gastronomica con esperienze in diverse cucine stellate tra Italia e Francia. Nel 2014 approda al Vun Andrea Aprea, diventando il braccio destro dello Chef. Al suo fianco ha modo di fare esperienze a Londra, Hong Kong, Seul e Buenos Aires. Partecipa a numerose competizioni vincendo nel 2019 l’Acqua di chef, organizzata da Italia Squisita.

Giuseppe Crescentini

Chef di cucina del Caffè Bistrot
Classe 1986 napoletano, subito dopo il diploma parte per i Caraibi dove inizia il suo percorso nel resort Sandals Dunn’s River. Dopo un breve periodo nelle cucine del ristorante Trussardi alla Scala, dal 2008 al 2013 è a Capri, con Stefano Mazzone al Quisisana, poi con Oliver Glowig ad Anacapri, continuando con lo chef tedesco al Mont Cervin Palace di Zermatt. Dal 2014 è a fianco di Andrea Aprea al VUN.

Angela Lorusso

Pasticceria
Classe 1988, dopo una prima esperienza nella cucina dello chef Enrico Bartolini, continua la sua formazione in cucine stellate con Enrico Crippa e Antonino Maresca. Qui ha la possibilità di scoprire nuove e diverse filosofie di pasticceria. La collaborazione con Andrea Aprea inizia nel 2017 al VUN.

Luigi Mastrodonato

Caffè Bistrot manager
Nasce a Milano nel 1975, comincia la sua esperienza da Domenico Gattullo passando poi alla Pasticceria Sant’ Ambroeus, Peck e Pasticceria Cova Montenapoleone. Dopo aver appreso l’arte dell’accoglienza, nel 2018 viene chiamato dallo Chef Carlo Cracco, per dirigere la caffetteria in Galleria Vittorio Emanuele II. La sua visione del lavoro, fatta di attenzione ai dettagli e gentilezza, l’ha portato ad essere scelto tra i cinque migliori Baristi d’ Italia 2021 dalla redazione Bargiornale.

Jessica Rocchi

Maître & Sommelier del Ristorante

Nata a Perugia nel 1994 dopo il conseguimento del diploma AIS di terzo livello, si forma presso il ristorante Borgo Brufa Spa&Resort. Lì comincia la sua esperienza nell’ambito della miscelazione e inizia a frequentare accademie come AIBES, Flair Academy e Campari Academy. A Milano inizia il suo percorso presso lo stellato ViVa di Viviana Varese in qualità di Head Sommelier & Bartender. Nel 2013 giunge al VUN Andrea Aprea diventando uno dei punti fermi del suo team. La sete di curiosità ed ambizione la porta fino ad Ischia alla guida della sala e della cantina del ristorante stellato Danì Maison.

Fondazione
Luigi Rovati

Fondazione Luigi Rovati, nata nel 2016, è impegnata nella promozione e valorizzazione dei beni culturali, artistici e storici ed è intitolata al Professor Luigi Rovati – medico e imprenditore, Cavaliere del Lavoro e Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

La Fondazione raccoglie la lunga esperienza imprenditoriale maturata in ambito farmaceutico con iniziative di responsabilità sociale incentrate sull’arte, sulle sue attività educative e formative e sulla contaminazione tra arte e salute.

La Fondazione opera come sistema aperto e di connessione, realizzando iniziative in discipline diverse e dando vita a progetti e interscambi dalla forte valenza innovativa e di utilità sociale.